Monaco per bambini

Nikolaus a Monaco di Baviera: tra scarponi e dolciumi

Nikolaus ai mercatini di Odeonsplatz

Oggi è San Nicola e io, oltre a festeggiare il mio “santo” marito in famiglia, amo andare in città a salutarlo di persona, scegliendo ogni anno un mercatino diverso per stringergli la mano. A dire il vero, con la scusa di Giacomo, torno bambina per qualche ora e mi diverto sempre un sacco ad infilare la mano nel suo grande sacco per pescare qualche buon dolcetto…dopo i bambini ben s’intenda!

In Germania è una festività molto sentita e Nikolaus arriva anche in tutti gli asili, scuole, istituzioni che organizzano la visita di San Nicola in costume per i tanti bambini in attesa e persino in realtà lavorative, in cui almeno un piccolo cioccolatino viene sempre offerto. La gioia nel ricevere il regalo portato da Nikolaus, sia in asilo che a casa, si legge chiaramente nel viso del mio “occhi blu” e mi fa pensare a come inevitabilmente siamo immersi in due culture: quella italiana e quella tedesca, che nella quotidianità non possono far altro che contaminarsi…ed è bello così!

 

Dove incontrare Nikolaus ai mercatini di Monaco di Baviera

Al mercatino della Residenz (Weihnachtsdorf in der Residenz) il Nikolaus arriva alle ore 16:00 e potete scattare delle bellissime foto su di una slitta ultracentenaria, guidata da una squadra di renne bianche, oltre che visitare l’intero villaggio composto da “storie viventi” che raccontano e cantano. Ci sono ad esempio gli angioletti di Natale, Cappuccetto rosso e il lupo. Noi l’abbiamo fatto l’anno scorso e non so se ad essere più contenta ero io o Giacomo.

Il villaggio di Natale – Weihnachtsdorf Residenz

Uno dei miei mercatini preferiti per salutare Nikolaus è quello nel giardino inglese alla Torre cinese (Weihnachtsmarkt am Chinesischen Turm). Il santo è di solito presente dalle 16 alle 18:30, dove oltre a passeggiare con il suo bastone pastorale, mitra in testa e sacco pieno di dolciumi per grandi e piccini, legge la sua storia celeste ad alta voce nella casetta delle fiabe dei nonni (Geschictenstadl): una vera e propria casetta di legno con sedia a dondolo, libri, vello e tanti cuscini a disposizione per i bambini che possono sedersi ad ascoltare le storie. Con un’atmosfera così e se poi magari c’è anche la neve, la magia è assicurata!

Per chi non può rinunciare agli animali anche a Natale, vale la pena visitare Nikolaus presso lo zoo (Tierpark Hellabrunn) dove il vescovo è accompagnato da lama e ponys.

Anche nel tram di Natale della società dei trasporti della città di Monaco (MVG), il Christkindltram, che viaggia fino al 23 dicembre, si può salutare Nikolaus, che è a bordo dalle 15:30 alle 19:00.

Nikolaus saluta anche i pattinatori del mercatino di Stachus (Münchner Eiszauber) alle 16:30.

La storica locomotiva di Monaco di Baviera

Infine nel fine settimana dell’8 e 9 dicembre Nikolaus visita i bambini a bordo dello storico treno a vapore, in viaggio attorno a Monaco di Baviera. La locomotiva parte da Ostbahnhof e viaggia per circa un’ora. Per i bambini è affascinante vedere il vapore salire in cielo e sentire la locomotiva fischiare.

Insomma avete l’imbarazzo della scelta: basta armarsi di un po’ di spirito natalizio, stivali comodi e caldi per affrontare il freddo e avere voglia di camminare in città. Buon San Nicola a tutti!

Chi era Nikolaus?

Nikolaus era un vescovo benevolo che visse a Myra (nella Turchia odierna) nel quarto secolo dopo Cristo e che si batté per il bene all’epoca della persecuzione dei cristiani. Si dice che durante una carestia salvò i bambini di Myra, procurando loro mais. Da allora il vescovo viene adorato come benefattore dei bambini. È a questa figura che si è ispirata la recente tradizione popolare di babbo natale.

La tradizione vuole che la sera del 5 dicembre, tutti i bambini, aiutati dai loro genitori, lucidino per bene i loro stivali e li mettano fuori della porta in attesa che si riempiano di noci, miele e cioccolato. Spesso San Nicola è accompagnato da angeli e figure spaventose come i Krampus, delle maschere mostruose della tradizione popolare che puniscono i bambini cattivi.

Ricordi di un Nikolaus olandese

Anche quand’ero in Olanda, e mi è capitato di esserlo proprio a dicembre, ricordo con nostalgia e piacere, di aver assistito all’arrivo di San Nicola in barca nel porto di Rotterdam. San Nicola è infatti anche il patrono dei marinai, ed ecco perché in Olanda arriva in barca. San Nicola viaggia poi attraverso la città in sella al suo cavallo bianco e accompagnato dall’aiutante Zwarte Piet, un servitore dalla pelle scura, vestito con abiti cinquecenteschi. Ricordo come tutti amassero travestirsi da “Piero il nero” e dipingersi la faccia di scuro: ho ancora un cappellino rosso, all’epoca preso per mio nipote, con cui ora Giacomo gioca ai travestimenti. Ah…che ricordi di periodi natalizi trascorsi a spasso tra l’Europa!

 

Fonte: www.muenchen.de

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply